• Home

Ricordando Fabrizio

Martedì, 27 Marzo 2018 22:03

Autore: Stefania Curzio

Ricordando Fabrizio
Quando e come conobbi il delizioso dodicenne Fabrizio Frizzi


Apprendendo, con grandissima tristezza come milioni di italiani (ma con qualche grande rammarico in più, ed a seguire ne spiego il motivo), il mattino del 26 marzo u.s. la ferale notizia della scomparsa del bravissimo e civilissimo Fabrizio Frizzi la mente mi riandò a quasi mezzo secolo fa  ( 49 anni per l’esattezza) quando, alla fine del 1969, grazie all’interessamento del formidabile Amico rispondente al nome di Sergio Leone, iniziai a fare un bel lavoro tecnico estremamente interessante presso l’Ufficio Edizioni della Euro International Film. La Euro in quel periodo, e già da qualche anno, si avvaleva di  un formidabile direttore generale che era il dr. Fulvio Frizzi il padre di Fabrizio e di suo fratello Fabio. Una Persona eccezionale ed espertissima di grandissima professionalità che consentì in quegli anni  che la Euro International risultasse la prima in assoluto nel settore distribuzione cinematografica (con grande legittimo orgoglio da parte di tutti noi che vi lavoravamo) superando addirittura la C.I.C che riuniva tre Aziende statunitensi monstre del settore rispondenti ai nomi di Paramount, Universal e Walt Disney! come a dire magna pars del gotha cinematografico mondiale.
 
Il mio direttore Frizzi oltre ad essere capacissimo nel suo rango era una Persona sdrammatizzante di una simpatia piuttosto unica (tutta emiliana); Persona che però contestualmente, effettuava nel delicato settore cinematografico con “mano ferma e sicura” scelte capacissime che soddisfacevano molto la proprietà dell’epoca (i nobilissimi Cicogna Mozzoni Volpi di Misurata) rappresentata al vertice aziendale (e decisionale) della Euro dai Conti Bino e Marina Cicogna. C’è da aggiungere anche che il suddetto Gruppo annoverava, fra l’altro, anche una formidabile Casa di Produzione Cinematografica rispondente al nome della San Marco Film  e che, come Euro, distribuiva pure i film  dell’americana Avco Embassy  Picture Corporation fondata nel 1942 da Joseph E. Levine, la quale presso il palazzo di via Rossini a Roma ( la San Marco era poco distante - con le sue moviole e la sua sala di proiezione – là di dietro in via Bertoloni), occupato agli ultimi tre piani dalla Euro International Film, possedeva un suo ufficio operativo con tanto di direttore (il dr. Graziosi) e relativo personale di segreteria che parlava, come il direttore, un fluente inglese. Le persone che lavoravano alla Euro erano tutte di grandissima professionalità, Gente che conosceva il proprio lavoro a menadito ad iniziare (oltre ovviamente il formidabile d.g. Frizzi) dal direttore commerciale Marcello Cialfi per proseguire poi con l’Ufficio Noleggio capitanato da Franco Pratesi coadiuvato benissimo dai capacissimi amici  Spedaletti e Caponi per passare poi all’Uff. Edizioni di cui era responsabile l’espertissimo ( mio insuperabile “maestro”) Ferdinando Prosperi proveniente dall’ENIC; Ufficio Edizioni che si avvaleva di una bravissima segretaria la signora Clara Filippi la quale si occupava pure delle delicate pratiche della censura. anche la bravissima Filippi era di “storica” provenienza ENIC (Ente Nazionale Industrie Cinematografiche) una vera e propria “fucina”, a tutto tondo, della cinematografia italiana nata nel 1935 per volere dell’Istituto Luce. Il lavoro dell’Uff. Edizioni si svolgeva per la maggior parte fuori della sede della Euro nei vari Stabilimenti di sviluppo e stampa e di sonorizzazione per seguire i vari film in lavorazione (a volte anche quattro/cinque contestualmente in fasi differenti di elaborazione) per cui le relative scrivanie del mio “maestro” Prosperi e del sottoscritto risultavano quasi sempre deserte visto e considerato che i relativi “collegamenti” ( e non erano pochi e né facili) li teneva la bravissima Clara ( dimenticavo di dire che con noi c’era anche Giulietto, l’autista che guidava il furgoncino delle pellicole,  con il suo eterno baschetto di lana - anche d’estate - un personaggio che sembrava uscito proprio da un film). Sta di fatto che però un giorno, verso la fine del febbraio 1970, mentre Prosperi  ed io stavamo per uscire per recarsi alla Fono Roma per seguire un mixage, bussarono alla porta del nostro ufficio al che seguì un garbatissimo “ Clara è permesso?” e manco a dirlo, a seguito di ciò, entrò un educatissimo ragazzo dal sorriso veramente “contagioso” che subitaneamente vedendo Prosperi ed io in piedi prossimi ad uscire chiese immediatamente scusa, con un garbo unico : “sig. Prosperi mi scusi torno un’altra volta” e fece subito per andarsene. Al che Clara ( con cui capii subito che la persona in essere aveva una simpatica e radicata confidenza) gli disse: “Ma scherzi Fabrizio fatti fare da tutti noi almeno gli auguri visto che pochi giorni fa hai compiuto dodici anni!” aggiungendo immediatamente: “Lui è Arnaldo il nostro nuovo collaboratore”. Al che Fabrizio, stringendomi calorosamente la mano disse (rivolgendosi a Clara e Prosperi): “Sono contentissimo per voi, avevate proprio bisogno di aiuto” aggiungendo (accompagnando le sue parole con un sorriso bellissimo di grande genuinità) per me: “Vedrà che anche lei, con un  grande maestro del cinema come il sig. Prosperi, diverrà un bravissimo direttore di edizioni”. Molto sorpreso da tanta contagiosa e bella estemporaneità nei miei confronti guardai, un po’ stupito, (per una frazione di secondo) Clara la quale annuì facendomi capire che l’intelligente  genuinità di quel ragazzo era tutta completamente vera. Al che gli risposi: “È vero che ho il doppio dei tuoi anni, avendone compiuti nel gennaio scorso 24,  però ti prego Fabrizio non mi dare più del lei se no mi fai sentire un matusalemme”. Al che quel ragazzone di Fabrizio (abbracciandomi forte) “Allora Arnaldo facciamoci gli auguri reciprocamente e da ora in poi non ti darò più del lei”. Con Fabrizio Frizzi (che alla Euro veniva quasi sempre accompagnato dal fratello maggiorenne il bravissimo Fabio musicista di rango autore anche di molte colonne sonore di film) ci incontrammo altre volte, ed ogni volta salutarci ( a volte pure sul marciapiede od in ascensore) era una gioia per entrambi come se fossimo dei vecchissimi amici; perché lui era già specialissimo e la sua genuinità e gioia di vivere (contagiosissime) erano uno straordinario magnifico vettore. Passarono non molti anni e, purtroppo, il bellissimo “giocattolo” che era la Euro International Film cominciò a perdere pezzi estremamente importanti ad iniziare dai vertici assoluti: il Conte Bino morì in Brasile, la Contessa Marina se ne andò a lavorare con gli americani, Fulvio Frizzi passò a fare il direttore generale della Cineriz ed il mio  bravissimo “maestro” di edizioni Ferdinando Prosperi se ne andò anche lui dalla Euro trasmigrando all’ Oceania Film di Sbarigia che era anche azionista importante della Fono Roma. Fulvio Frizzi, considerandomi un giovane direttore di edizioni emergente, mi chiamò subito  alla Cineriz, ma il mio carissimo Amico Sergio Leone volle invece impegnarmi per il film “Il mio nome è Nessuno”, che stava coproducendo ed a Sergio, che mi aveva fatto assumere alla Euro, non potevo certo dire di no, mai. Manco a dirlo anch’io mi dimisi  dalla Euro editandogli però, con grande correttezza, i film di Pasqua che erano tre pellicole straniere (quindi tutto un faticoso lavoro di edizione per arrivare alla versione italiana che effettuai da solo): “L’Erede”, “Il Serpente” ed un film di animazione  “Carlotta e il porcellino Wilbur” prodotto da Hanna & Barbera e dalla Paramount.Tanti anni dopo Fabrizio Frizzi lo vidi, più di una volta, che passeggiava, mano nella mano, insieme a Rita Dalla Chiesa (una coppia bella e radiosa) per viale dei Colli Portuensi a Roma ma non volli mai avvicinarmi a disturbarlo ricordandogli suo padre il mio grande direttore alla Euro International Film, e come, con lui stesso, ci eravamo conosciuti. Ciao Fabrizio che splendida Persona che sei stato e quanto mi ha fatto piacere averti conosciuto ed abbracciato più volte. Ed è proprio in presenza della immatura tragica scomparsa di Persone Bellissime e Genuine come Fabrizio Frizzi che viene ancor più da riflettere sui quei presunti/e “superman” e “superwoman” che “tappezzano” il mondo. Ed ora Supergentiluomo Fabrizio, perdonami se contrasta con il tuo intelligentemente  gioioso e contagiosissimo modo di essere, ma …
 
Arnaldo Gioacchini
 
 
 
 

Vota questo articolo
(2 Voti)
Pubblicato in Parliamo di...

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Privacy e Cookie

Informativa al trattamento dei dati ex artt.13 e 23 del d.lgs. n. 196/2003

La informiamo, ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (recante il "Codice in materia di protezione dei dati personali" nel prosieguo, per brevità, il "Codice"), che i dati personali forniti a Fiumicino Online - il portale del litorale romano P. I. / C.F. 06155431007, saranno raccolti e registrati da Fiumicino Online - quale Titolare del trattamento - su supporti cartacei, elettronici e/o informatici e/o telematici protetti e trattati con modalità idonee a garantire la sicurezza e la riservatezza nel rispetto delle disposizioni del Codice.

La informiamo che i dati fornitici verranno utilizzati per finalità strettamente connesse e strumentali alla esecuzione del Servizio stesso o di quanto da lei eventualmente richiesto e per permetterle di partecipare alle nostre iniziative. Tali dati potranno essere memorizzati per il tempo necessario alla fornitura del servizio e per gestire anche in futuro sue analoghe richieste.

Per l'esecuzione e gestione del Servizio e l'assolvimento di ogni altro onere di legge i suoi dati potranno essere portati a conoscenza di dipendenti e collaboratori di Fiumicino Online e/o di società controllanti e/o collegate, loro consulenti legali, fiscali, per il data entry.

La informiamo che potrà esercitare i diritti previsti dall'art. 7 e seg. del d.lgs. n. 196/2003 (tra cui, a mero titolo esemplificativo, i diritti di ottenere la conferma dell'esistenza di dati che la riguardano e la loro comunicazione in forma intelligibile, la indicazione dell'origine dei dati, delle finalità e modalità di trattamento, l'aggiornamento, la rettificazione o l'integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati personali trattati in violazione di legge, e il diritto di opporsi, in tutto o in parte, al relativo utilizzo) mediante richiesta rivolta senza formalità al Titolare del trattamento dei dati.

Cookie Policy

La seguente Cookie Policy va inserita a tutti gli effetti come parte integrante della Privacy Policy di Fiumicino Online - il portale del litorale romano. P. I. / C.F. 06155431007. Questa ha preciso compito di illustrare le differenti tipologie e le modalità di uso dei cookie adoperati dal sito stesso, nonché di dare indicazioni circa i processi da eseguire per eliminarli o bloccarli definitivamente.

I Cookie sono costituiti da porzioni di codice inviate al browser (tutti i browser all’incirca sono impostati per accettare automaticamente i cookie) che possono essere salvati sul computer dell’utente (o altri dispositivi abilitati alla navigazione, per esempio smartphone o tablet) durante la navigazione su un sito web. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, necessitare del consenso dell'Utente.

I cookie utilizzati in questo sito possono essere:

  • di sessione, ovvero cookie fondamentali per navigare all'interno del sito utilizzando tutte le sue funzionalità, come ad esempio il mantenimento della sessione e l'accesso alle aree riservate. Sono strettamente necessari, in quanto senza di essi non sarebbe possibile fornire i servizi richiesti. Questi cookie non raccolgono informazioni da utilizzare per fini commerciali. Si cancellano automaticamente con la chiusura del browser, alla fine di una specifica sessione.
  • persistenti, sono quelli che rimangono memorizzati nel computer fino alla loro scadenza o cancellazione da parte degli utenti/visitatori. Con questi cookie i visitatori che accedono al sito vengono automaticamente riconosciuti a ogni visita.
  • di tipo analytics. Raccolgono informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e sulle modalità in cui questi visitano il sito (pagine visitate, numero di accessi, tempo di permanenza nel sito, ecc.) per ottimizzare la gestione del sito. Questi cookie non raccolgono informazioni che possano identificare in qualche modo l'utente.
  • di funzionalità. Raccolgono informazioni al fine di consentire all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) per migliorare il servizio reso allo stesso. Le informazioni raccolte da questo tipo di cookie sono acquisite in forma anonima.
  • I cookie di profilazione, il cui impiego comporta la prestazione del consenso alla ricezione dei cookie e al successivo utilizzo da parte nostra, vengono utilizzati per raccogliere dati di navigazione pertinenti all'utente con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete.

Queste modalità possono a loro volta essere suddivise in cookie:

  • di “prima parte” quando sono gestiti direttamente dal proprietario e/o responsabile del sito web
  • di “terza parte” quando i cookie sono predisposti e gestiti da responsabili estranei al sito web visitato dall’utente.

I cookie di terza parte utilizzati da questo sito possono essere:

  • Google Analytics sul sito sono presenti i cookie tecnici di terze parti di Google Analytics, questo è un servizio di analisi web fornito da Google Inc. ("Google"). Questi permettono di registrare e visualizzare informazioni sull'uso del sito Web. Questi cookie permettono di ottenere informazioni tecniche dettagliate come:
    1. Il percorso di navigazione dell'utente
    2. il numero di pagine visitate,
    3. Il tempo trascorso tra un clic e un altro
    4. La login all'area riservata
    5. La visualizzazione di determinate risorse
    Questi cookie tengono traccia dei percorsi di navigazione permettendoci così di analizzare l'esperienza d'uso e migliorarne l'usabilità. Ciò che viene analizzato è il dato legato all'utente, ma quest'ultimo non viene mai identificato.
  • Google Adwords: Questi cookie sono finalizzati all’erogazione degli spazi pubblicitari. Questi cookie vengono installati da terze parti (Google Inc.). I cookie pubblicitari vengono utilizzati per dedurre un tuo “profilo” di navigatore e proporti in seguito messaggi pubblicitari conformi al tuo comportamento in rete, in linea con i tuoi interessi. I dati raccolti in tal senso, tramite questi cookie, sono anonimi e non consentono di risalire alla tua identità.
  • Google Maps utilizziamo Google Maps per fornire informazioni dettagliate su come individuare i nostri punti vendita e crediamo che contribuisca alla tua esperienza nell'uso del nostro sito.
  • I cookie derivanti dai Social sono rappresentati da quei pulsanti presenti sul sito che mostrano le icone di social network (come Facebook e Twitter) e permettono agli utenti di accedere con un "click" alla pagina social selezionata dal sito. I social plugins presenti nelle pagine permettono al social network selezionato di raccogliere i dati relativi alla visita. Con questi pulsanti sono dunque installati cookie di terze parti. Con questi social plugins non viene però scambiata alcuna informazione di navigazione o dato dell'utente acquisiti.

Come bloccarli o eliminarli

Gli utenti possono può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all'interno del proprio browser impostandolo in modo tale che esso accetti/rifiuti tutti i cookie o visualizzi un avviso ogni qual volta viene proposto un cookie, al fine di poter valutare se accettarlo o meno. L’utente è abilitato, comunque, a modificare la configurazione predefinita (di default) e disabilitare i cookie (cioè bloccarli in via definitiva), impostando il livello di protezione più elevato. È importante sottolineare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso.