Caricamento...

Partito della Costituzione Italiana Inmovimento, “No al porto crocieristico a Fiumicino!”

Piacentino “un disastro a vantaggio di profitti stellari di pochissimi e a scapito di tutta la popolazione”

 

Il Partito della Costituzione Italiana Inmovimento si unisce alla battaglia contro la costruzione del porto crocieristico a Fiumicino.

 

“L’equivalente di 218 navi da crociera inquinano il pari di tutte le auto europee (253 milioni di vetture). Una nave singola inquina come 14.000 vetture! Alla faccia della “transizione” finto-ecologista imposta dalla UE, con folli direttive di ZTL che stanno colpendo le città dove solo i più ambienti potranno permettersi una macchina ibrida o elettrica (insicure e impattanti per estrazioni delle terre rare, con ricariche dipendenti ancora a fonti fossili) lasciando le fasce popolari senza più il diritto Costituzionale alla mobilità e alle pari opportunità considerando il disastro e i costi dei nostri trasporti pubblici sia di Roma che Fiumicino.” Così in un comunicato Luciano Piacentino, portavoce del Partito della Costituzione Italiana Inmovimento.

 

“L’impatto sulla viabilità già in ginocchio con ponti degli anni 50 che stanno crollando sarebbe il colpo di grazia. L’erosione delle coste, la cementificazione delle spiagge dell’Isola Sacra sarebbe un disastro anche paesaggistico (tutelato dalla nostra Costituzione) a vantaggio di profitti stellari di pochissimi e a scapito di tutta la popolazione, considerando che i passeggeri scenderanno dalle navi per andare solo a Roma per una visita mordi e fuggi non lasciando nulla al territorio in termini economici né occupazionali, basterebbe guardare gli esigui posti di lavoro di Civitavecchia”, conclude Piacentino.

Rios Pub
Da vinci
Tari
Mc Donalds
Centro estivo
Numeri Utili Comune di Fiumicino