Caricamento...

Cultura. Opposizione: “A Fiumicino un notevole salto … nel vuoto”

“Abbiamo lavorato tanto per costruire una città aperta e accogliente e non permetteremo di farla tornare indietro”


“Dopo il Premio poesia città di Fiumicino, il Festival della legalità, le Traianee, la rassegna Poeti in Itinere, Erri De Luca, Ascanio Celestini e tanto altro, a Fiumicino la cultura fa un notevole salto…..nel vuoto“, lo dichiarano i consiglieri di opposizione in seguito alla notizia della kermesse culturale promossa dall’amministrazione.
 
“Abbiamo capito da subito che la cultura, di cui dovremo cibarci da qui in avanti, sarà quella di Paragone e Vannacci – sottolineano i consiglieri – Scelte che ci lasciano esterrefatti e che manifestano l’incapacità di questa amministrazione di capire che sono amministratori di tutta la città”.

“Mettere il simbolo del Comune sul libro di Vannacci – incalzano – significa bollinare istituzionalmente i contenuti e i messaggi malsani e intolleranti di quelle pagine. Contenuti omofobi, misogini e discriminatori”.
 
“Abbiamo lavorato tanto per costruire una città aperta e accogliente; abbiamo aperto e progettato i luoghi della e per la cultura (biblioteca Pallotta, Museo del sax, Autororium); adesso, si vuole trasformare Fiumicino in una comunità chiusa e retrograda. La cultura è una cosa seria – concludono i consiglieri dell’Opposizione – non permetteremo l’abbrutimemto culturale della nostra città”.
 
 
 
 

Rios Pub
Mc Donald’s
Tari
Da Vinci
The Owl Public House
Centro estivo