Caricamento...

porto crocieristico, califano: “la regione si esprima contro”

“Rischiamo, con un gioco di prestigio, che un bene pubblico venga regalato a un privato per farne un molo privato”


“La pianificazione portuale commerciale e crocieristica deve rimanere all’interno della cornice legislativa della 84/94, in capo allo Stato e a un’Autorità di Sistema che ha il compito di bilanciare sviluppo economico e sociale dei territori che ne fanno parte” lo ha dichiarato nell’ultima seduta del Consiglio Regionale la consigliera del Pd Lazio, Michela Califano.
 
“Su questo concetto – ha proseguito – dobbiamo camminare tutti insieme, uniti, senza sbandamenti e tentennamenti. Altrimenti rischiamo di creare un precedente. Rischiamo che quanto sta accadendo a Fiumicino, nell’indifferenza di tutti, venga replicato su larga scala. Rischiamo, se non diciamo nulla, se rimaniamo colpevolmente in silenzio, che domani qualcuno si ritrovi un porto crocieristico privato, camuffato da turistico, a casa propria senza alcun controllo e senza alcuna programmazione da parte dello Stato e dell’Autorità di sistema. Rischiamo, con un gioco di prestigio, che un bene pubblico venga regalato a un privato per farne un molo privato”.

“Chiedo quindi a questa maggioranza, al Consiglio Regionale, alla Regione Lazio di fermare questa pericolosa deriva, di esprimersi contro il porto crocieristico di Fiumicino e contro questa deregulation. Qui c’è in gioco il futuro dei nostri territori” ha concluso Michela Califano
 
 
 

Rios Pub
Mc Donald’s
Tari
Da Vinci
The Owl Public House
Centro estivo