Caricamento...

Fregene, messo in sicurezza lo yacht “misterioso”

Proseguono intanto le attività per individuare e contattare la proprietà dell’imbarcazione.

 

Sono state completate, con il coordinamento della Capitaneria di porto di Roma, le operazioni di recupero dell’unità da diporto, il “Carpe Diem” incagliatisi ieri pomeriggio lungo la spiaggia del Villaggio dei pescatori, a Fregene (leggi qui). L’ordine di rimozione d’ufficio è stato impartito alla Semarpo, società concessionaria del servizio di rimorchio che, coadiuvata da Mtm, ditta specializzata nelle operazioni subacquee, sotto la supervisione del comandante dell’Ufficio locale marittimo di Fregene e dell’equipaggio del battello B151 della Guardia Costiera: messo in sicurezza il mezzo ed avviato il rimorchio dell’unità che giungerà, intorno nel pomeriggio presso la darsena di Fiumicino.

 

L’approssimarsi di condizioni meteomarine avverse e la necessità di scongiurare il rischio d’inquinamento per la presenza del carburante a bordo, hanno indotto l’Autorità marittima a disporre un urgente intervento di recupero dell’unità da diporto che, peraltro, qualora lasciata incustodita, sarebbe stata esposta al rischio di furti ed atti di vandalismo.

 

Proseguono, frattanto, le attività per individuare e contattare la proprietà del Carpe Diem, di bandiera francese, ancora in buono stato di conservazione, che dovrà farsi carico degli oneri di recupero dell’imbarcazione. Come già accertato, l’imbarcazione è stata lasciata alla deriva dopo il salvataggio dei tre occupanti avvenuto il 15 ottobre scorso al largo di Anzio, ad opera del M/T Excelsior, in linea tra Palermo e Genova. Il centro regionale di coordinamento del soccorso marittimo di Civitavecchia aveva diffuso un tempestivo avviso ai naviganti ma solo nella giornata di ieri l’unità, alla deriva per alcuni giorni, si è arenata lungo la spiaggia di Fregene, fortunatamente senza causare ulteriori incidenti.

 

 

Rios Pub
Da vinci
Tari
Mc Donalds
Centro estivo
Numeri Utili Comune di Fiumicino