Caricamento...

Fiumicino: bilancio positivo per il turismo estivo, con un “boom” di turisti stranieri

Presenze in forte crescita con prevalenza di arrivi dagli Usa, Regno Unito, Germania, Francia, Giappone e nord Europa


di Dario Nottola

Oltre alle percezioni visive (mai visti così tanti stranieri a passeggio, al mare, nei locali, ecc., in un crogiuolo di lingue) ora ci sono i numeri che lo certificano.
 
Mentre assistiamo ad una stagione balneare, nelle ultime settimane, caratterizzata da un “colpo di coda” con la soddisfazione degli operatori, il bilancio estivo delle presenze turistiche sul territorio di Fiumicino vede un segno assai positivo, con un “boom” di turisti stranieri, che tocca negli ultimi 4 mesi un più 40 per cento in media rispetto al 2022, con prevalenza di arrivi dagli Usa, Regno Unito, Germania, Francia, Giappone, nord Europa.

Un’onda lunga di rimbalzo post covid (partito in realtà dalla Pasqua 2022) ma non solo: non più un turismo mordi e fuggi come nel passato ma una permanenza negli alberghi e strutture ricettive con una continuità di due-tre giorni in media, grazie ai richiami, sempre più apprezzati, rappresentati dalla rinomata gastronomia, dal turismo balneare, dalle aree archeologiche e naturalistiche, dalla rete di ciclabili di circa 30 km.

Un trend costante negli ultimi mesi. Un “tesoretto” su cui si deve assolutamente ancor più lavorare come attrattiva, per confermare, stabilizzare ed aumentare la tendenza. La domanda turistica, secondo i dati dell’Ente Bilaterale Turismo Lazio, negli esercizi alberghieri e nelle residenze turistico alberghiere del Comune di Fiumicino ha evidenziato nel quarto bimestre, luglio ed agosto, del 2023, una buona crescita rispetto allo stesso periodo del 2022 ed ha superato il livello ottenuto nel 2019. La domanda complessiva negli hotel di Fiumicino ha visto 152.953 arrivi (+47,61%) e 223.455 presenze (+45,80%), con un tasso d’occupazione medio dell’80,56% per le camere e dell’85,81% dei letti. Rispetto allo stesso periodo del 2019 i dati indicano una crescita di +5,21% negli arrivi e di +12,43% nelle presenze. La domanda italiana ha registrato una crescita di +59,49% negli arrivi e di +55,49% nelle presenze. Rispetto allo stesso periodo del 2019 i dati indicano una crescita di +22,21% negli arrivi e di +22,58% nelle presenze. La domanda estera ha registrato +41,68% negli arrivi e +40,39 nelle presenze.
 
A maggio e giugno scorsi la domanda complessiva negli hotel ha visto 140.635 arrivi (+41,41%) e 209.936 presenze (+56,45%), con un tasso d’occupazione medio dell’80,53% per le camere e dell’81,52% dei letti. Rispetto allo stesso periodo del 2019 i dati indicano una crescita di +4,85% negli arrivi e di +14,69% nelle presenze. La domanda italiana ha registrato una crescita di +49,09% negli arrivi e di +68,19% nelle presenze. Rispetto allo stesso periodo del 2019 i dati indicano una crescita di +19,14% negli arrivi e di +44,06% nelle presenze. La domanda estera ha registrato +37,93% negli arrivi e +49,99 nelle presenze. Se si analizza un arco di tempo più lungo, da gennaio ad agosto 2023, le presenze di italiani negli alberghi toccano un + 76,38 % e gli stranieri un + 77,77, rispetto allo stesso periodo 2022.
 
 
 
 

Rios Pub
Da vinci
Tari
Mc Donalds
Centro estivo
Numeri Utili Comune di Fiumicino