Caricamento...

Fiumicino, apertura della stagione balneare con una mega discarica all’inizio della spiaggia dei naturisti

“E’ sconcertante la sporcizia che ricopre il tratto da Azùl ai naturisti”


di Umberto Serenelli
 
Domani si apre la stagione balneare nel comune di Fiumicino e intanto continua a proliferare la mega discarica all’inizio della spiaggia parallela a via di Pesce Luna a Fiumicino.

Da una decina di giorni il cumulo di rifiuti urbani aumenta a causa del fatto che i naturisti e quanti frequentano l’arenile che va in direzione del chiosco Azùl (ex Abbronzatissima) continuano a gettare sacchetti dopo aver bivaccato per tutto il giorno sull’arenile.
 
“In altre spiagge sono stati installati dei trespoli qui invece sembra terra di nessuno eppure questo tratto di spiaggia è molto frequentato – afferma il residente Raffaele Di Caro – Molta perplessità sta nell’abbandono in cui versa la zona costellata di detriti, sporcizia e tronchi spinti dal mare alla fine della stradina che da via Pesce Luna porta nella spiaggia. A parte il tratto dei naturisti dove ci sono giganteschi tronchi, che dovrebbero essere rimossi manualmente, è sconcertante la sporcizia che ricopre il tratto da Azùl ai naturisti“.

Effettivamente circa 600 metri sono sotto una coltre di detriti e per effetto del fenomeno erosivo la spiaggia si è assottigliata: i rifiuti vengono spalmati dal mare sopra la macchia mediterranea. Per quanto è possibile quindi si rende necessario vagliare davanti alle fatiscenti costruzioni dell’ex galoppatoio e poi spianare almeno vicino al tratto riservato al kitesurf.
 
Preoccupano anche alcuni muri del galoppatoio che sono presenti sulla riva e finiscono in acqua: questo costituisce un pericolo per quanti passeggiano sull’arenile che andrebbe messo in sicurezza oppure transennata la zona. A ridosso della discarica erano state installate tre rastrelliere per le biciclette che sono scomparse sotto la sabbia.
 
 
 
    

Rios Pub
Mc Donald’s
Tari
Da Vinci
The Owl Public House
Centro estivo