Caricamento...

Direzione Marittima del Lazio: oltre 23mila controlli nel 2011

Gli interventi sono stati effettuati negli ambiti della pesca, del demanio marittimo e della balneazione, della sicurezza all’ambiente, nel diporto e nell’attività di ricerca e soccorso in mare

Bilancio annuale per la Direzione Marittima del Lazio. Oltre 23mila controlli effettuati nel territorio per il 2011. Questi i dati resi noti nel corso della conferenza stampa di questa mattina presso la Capitaneria di Porto di Roma di viale Traiano a Fiumicino alla presenza del Direttore Marittimo reggente del Lazio il Capitano di Vascello Fedele Nitrella (dx nella foto) e del Comandante reggente della Capitaneria di Porto di Roma Pietro Preziosi (sx nella foto). Gli ambiti di intervento hanno riguardo la pesca, il demanio marittimo e la sicurezza della balneazione, l’ambiente, il comparto del diporto e il S.A.R, l’attività di ricerca e soccorso in mare. Nel settore della pesca per il 2011 gli oltre 9073 controlli effettuati in mare e sul territorio, compreso l’interland, agli esercizi di ristorazione, alla piccola e grande distribuzione, grossisti, società di import-export, ai venditori ambulanti ai mercati rionali hanno portato all’elevazione di 261 verbali con 43 sequestri in materia di tracciabilità/etichettatura e rintracciabilità. Trenta sono stati, invece, i verbali per violazione delle norme igienico/sanitarie. Quindici i verbali per frode commerciale con conseguenti 3 sequestri amministrativi. Non sono mancati i reati per la commercializzazione di prodotto ittico al di sotto della taglia minima consentita. In particolare è arrivato il sequestro di circa 271 Kg di tonno rosso posto in vendita in assenza dei previsti documenti in grado di attestarne la provenienza e la regolare cattura, in contrasto con quanto previsto dalle normative comunitarie. Un reato quello della vendita del tonno rosso individuato anche nel territorio di Fiumicino. La direzione ha registrato anche 140 verbali per pesca, professionale e sportiva, in zone vietate e con attrezzi non consentiti. Per un totale complessivo di 623.417,00 euro di sanzioni amministrative.
“L’attività di controllo sulla filiera della pesca – spiegano – è stata intensificata attraverso campagne ad hoc in concomitanza di periodi in cui notoriamente si registra un incremento del consumo del prodotto ittico come Natale, Pasqua e la  stagione estiva”. Per quanto riguarda il demanio marittimo e la sicurezza della balneazione nel corso degli oltre 5938 controlli, sulla scorta della ormai nota campagna estiva ‘Mare Sicuro’, particolare attenzione è stata rivolta al rispetto delle ordinanze di sicurezza balneare. Nel corso dei controlli sono state elevate un totale complessivo di 350.456,00 euro di sanzioni amministrative. Nel settore della tutela all’ambiente intensa è stata l’attività svolta sia a terra che a  mare, effettuando un totale di circa 4299 controlli di varia natura. Per quanto riguarda il diporto sono stati oltre 4386 controlli effettuati, tesi alla verifica del rispetto della normativa sulla sicurezza della navigazione, sulla pubblicità navale e sulle attività di noleggio e locazione che hanno portato alla elevazione di oltre 288 verbali, pari a 97.555,00 euro di sanzioni amministrative. Nel S.A.R. decisa è stata, durante l’intero anno, l’attività di ricerca e soccorso in mare. Nell’espletamento di detta attività sono state percorse quasi 505 ore di moto da parte delle 106 unità navali del Corpo dislocate nei vari porti, prestando soccorso a 118 imbarcazioni e a oltre 352 persone. Nel mese di dicembre ha preso il via, come tradizione, l’operazione ‘Octopus’ eseguita su scala nazionale dalla Guardia Costiera che ha visto coinvolti gli uomini della Direzione Marittima del Lazio, in attività ispettiva nella Capitale, nei comuni costieri e nell’interland. Il tutto a favore del consumatore soprattutto in vista delle spese natalizie con controlli operati all’interno delle pescherie, a bordo delle unità da pesca, presso i mercati generali e rionali, presso la grande e piccola distribuzione, presso gli esercizi di ristorazione nonché ai veicoli attraverso posti di blocco su strade urbane ed extra urbane. “L’operazione ha portato a esiti sorprendenti con 77 sanzioni amministrative e 12 sanzioni penali per un totale di 94.831,00 euro. Ringrazio tutto il personale per l’abnegazione – spiega il Direttore Marittimo reggente del Lazio il Capitano di Vascello Fedele Nitrella- lo spirito di sacrificio, l’impegno profuso e la professionalità dimostrata, nella consapevolezza, sin da ora, che continuerà a impegnarsi per la legalità e la tutela dei cittadini anche nel corso del prossimo anno”.
 
Valentina Fiordalice
 
 
 

Rios Pub
Da vinci
Tari
Mc Donalds
Centro estivo
Numeri Utili Comune di Fiumicino