Caricamento...

“Diamo un calcio all’ipocrisia”

Grande il successo per la manifestazione, dove tutti i partecipanti sono stati premiati dall’associazione ProRett con una targa dove vi è inciso una frase significativa: “La mente mette i limiti, il cuore li spezza”

Sabato 21 maggio, l’associazione “Passoscuro nel Web”, da una idea del Consigliere comunale William de Wecchis, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Fiumicino, l’associazione donatori volontari della Polizia di Stato, l’associazione culturale “Isola Sacra”, l’associazione F.C. Sangiovannella, al Fiumicino Calcio, l’Associazione Sportiva Italiana, la Polisportiva Passoscuro Calcio, la Croce Rossa Italiana e l’Associazione Donatori di sangue della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha organizzato un quadrangolare di calcio benefico intitolandolo “Diamo un calcio all’ipocrisia” realizzando una raccolta fondi per l’associazione Pro Rett Onlus che si occupa della ricerca in merito a questa malattia poco conosciuta e, al giorno d’oggi ancora incurabile. Questa sindrome è un debilitante disordine neurologico dello sviluppo, che si manifesta nella prima infanzia e colpisce quasi esclusivamente le bambine. Il risultato è stato eccezionale visto che il contributo raccolto al termine dell’evento è stato di 1400 euro. Un successo nel successo visto che nella passata edizione della raccolta, la cifra era di circa un terzo inferiore.
Ad aggiudicarsi il quadrangolare è stata l’Associazione giovanile F.C. Sangiovannella di Passoscuro, che battendo la squadra del Real Fiumicino che era composta da esponenti del consiglio comunale e volontari di alcune associazioni locali.
“Non credo che esistano parole per spiegare quello che provo oggi – questo il commento di Orietta Mariotti, Responsabile della Pro Rett di Fiumicino, il giorno dopo che la città di Fiumicino ha deciso di dare un calcio all’ipocrisia -questa mattina spiegavo ad Alessia, mia figlia, del perché di tutte quelle persone presenti alla partita le ho spiegato che erano lì per lei e per tutte le bambine che come lei sono affette dalla sindrome di Rett. Mi sorrideva e i suoi occhioni blu brillavano, ancora una volta ha capito”.
Si può comunque continuare a contribuire per la ricerca continuando a sostenere la Pro Rett, attraverso al donazione del 5 per mille al codice fiscale dell’Onlus stessa: 93 043 680 201 firmando nel riquadro Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale. Tutti i partecipanti sono stati premiati dall’associazione ProRett con una targa dove vi è inciso una frase significativa: “La mente mette i limiti, il cuore li spezza”.

Rios Pub
Mc Donald’s
Tari
Da Vinci
The Owl Public House
Centro estivo