Caricamento...

“Bullismo? No grazie” questa mattina, nell’aula consiliare, il convegno patrocinato dall’Amministrazione Comunale

Nell’aula consiliare gli studenti degli istituti superiori Paolo Baffi e Leonardo Da Vinci


di Fernanda De Nitto
 
Si è tenuto questa mattina, presso la sala consiliare del Comune di Fiumicino, l’incontro patrocinato dall’Amministrazione Comunale “Bullismo? No Grazie!”, organizzato con l’obiettivo di promuovere la diffusione culturale della gentilezza e del rispetto come forma di contrasto al bullismo.
 
All’evento, aperto dai saluti istituzionali del Sindaco di Fiumicino Mario Baccini e del Presidente del Consiglio Comunale Roberto Severini, hanno partecipato gli studenti degli istituti superiori Paolo Baffi e Leonardo Da Vinci.
 
L’Assessore al Sociale Monica Picca, nell’occasione moderatrice dell’evento, ha posto l’accento sull’importanza del dialogo e del rispetto reciproco, cercando attraverso i diversi interventi di far emergere tutti gli aspetti del bullismo, con il coinvolgimento delle diverse figure professionali, da quelle istituzionali a quelle scolastiche, dalle prospettive sociali a quelle psicologiche.
 
Particolarmente toccante è stata la testimonianza del regista Giuseppe Sciarra che con il cortometraggio “Ikos” ha narrato le sofferenze e le violenze ricevute da ragazzo vittima di bullismo di natura omofobica. L’autore ha raccontato con estrema precisione i suoi patimenti più profondi rappresentati da ripetute e sistematiche offese oltre che da vere e proprie azioni violente e oltraggiose nei suoi riguardi da ragazzi suoi coetanei. Lo stesso Sciarra ha evidenziato quanto sia essenziale avere un rapporto sano con la propria famiglia e quanto le vittime non cerchino compassione bensì comprensione ed ascolto.
 
Presente all’incontro il Cardinale Francesco Coccopalmerio il quale ha ricordato che in Vaticano è presente l’Osservatorio sul bullismo. Lo stesso Cardinale, dopo aver ringraziato l’amministrazione e gli organizzatori dell’evento, si è rivolto ai ragazzi invitandoli a cercare sempre il bene e a viverlo come un atto d’amore, perché solo in questo modo si può star bene con stessi e con gli altri.
 
L’Associazione Donne per la sicurezza ETS, attraverso le parole del Presidente Barbara Cerusico, ha enfatizzato gli aspetti di educazione civica soffermandosi sugli articoli della Costituzione che parlano di uguaglianza, diritti, libertà, equità.
 
Dello stesso avviso l’avvocato Alessandro Verrico che attraverso l’immagine del “dito puntato” ha spiegato ai giovani studenti, presenti in sala, che il bullismo è esclusivamente un fenomeno di gruppo dove nella maggior parte dei casi più persone partecipano ad una offesa morale o fisica nei confronti di una vittima prescelta. L’avvocato ha ribadito alle ragazze e ai ragazzi che l’unico modo per liberarsi da un bullo è quello di denunciare, comprendendo che gli atti di violenza costituiscono un evidente reato.
 
L’incontro è proseguito con gli interventi della Preside dell’I.I.S. Leonardo Da Vinci Daniela Gargiulo e della referente dell’I.I.S. Paolo Baffi professoressa Galtieri, le quali hanno specificato quanto gli istituti superiori siano delle sentinelle attive rispetto alla tematica del bullismo e che vi sono una serie progetti promossi proprio per coinvolgere i ragazzi nel contrasto alla violenza.
 
Presente anche l’Associazione “La Svolta APS” con un commovente intervento sul body shaming e Matteo Villanova dell’Osservatorio O.L.T.R.E.E. dell’Università Roma Tre, la neuropsichiatra infantile Rosa Maria Lacerenza sempre dell’Università Roma Tre e il medico d’urgenza Stefano Battista.
 
 
 

Rios Pub
Mc Donald’s
Tari
Da Vinci
The Owl Public House
Centro estivo