Caricamento...

“Custodi del futuro” la Diocesi di Porto-Santa Rufina promuove una scuola di formazione all’impegno sociale e politico

Il 13 gennaio l’inaugurazione del percorso di studi biennale, rivolto in modo particolare ai giovani


di Dario Nottola

“Custodi del futuro” è il nome della Scuola di formazione all’impegno sociale e politico promossa dalle Diocesi unite di Porto-Santa Rufina, che comprende anche il territorio di Fiumicino, e di Civitavecchia-Tarquinia, in collaborazione con la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium.

Tra i docenti figurano don Luigi Ciotti, Tiziano Torresi, Enrico Giovannini, Luciano Moia, Linda Pocher, Andrea Montanino, Salvatore Monni, Giovanni Moro.
 
Un percorso di studi biennale, rivolto in modo particolare ai giovani, che propone percorsi di cittadinanza attiva educata ai valori del Magistero sociale della Chiesa.
 
La scuola prenderà il via il prossimo 13 gennaio e si svilupperà in seminari mensili fino a luglio con incontri proposti anche online. Si tratta di un percorso di studi ed esperienziale finalizzato “ad accompagnare e orientare i giovani alla consapevolezza, alla responsabilità e alla partecipazione condivisa nella vita sociale e politica”, sottolineano le diocesi.
 
Strutturata in due annualità, la scuola prevede nel 2024 il tema “Conoscere la Dottrina sociale della Chiesa”, mentre la seconda annualità, nel 2025, sarà “Nuove sfide e prospettive di impegno per i cristiani nella società”.
 
“Il percorso di studi – evidenzia il Vescovo Gianrico Ruzza – intende promuovere una formazione all’impegno socio-politico, ad una nuova cittadinanza attiva, a un atteggiamento propositivo del mondo sociale, per affermare dei valori che sono imprescindibili. Ma, soprattutto, aspira a ridarci il gusto, la gioia e la bellezza della partecipazione, del sentirsi coinvolti e del prendersi cura dell’Altro, del Paese e del Creato. Parleremo di impegno, di politica, di solidarietà, di vicinanza, di prossimità, di diritti, di partecipazione, di economia, di scelte per il futuro, di sostenibilità. Questo perché la politica non è l’arte del compromesso, ma è il desiderio di mettere il cuore, la faccia e le mani per un società migliore”.
 
Aperta preferibilmente a giovani di età compresa fra i 19 e i 35 anni, la partecipazione richiede il diploma di scuola secondaria di secondo grado. Possono accedere come uditori coloro che sono mancanti dei titoli di accesso o non rientrano nella fascia di età indicata, ma che desiderano approfondire le tematiche offerte. Per i primi, previa redazione di un elaborato finale e la presenza ai 2/3 degli incontri, è previsto il rilascio di crediti formativi; per gli uditori sarà rilasciato un attestato di frequenza.
 
Il 13 gennaio è in agenda l’inaugurazione presso la Facoltà della Pontificia Scienze dell’Educazione Auxilium a Roma (via Cremolino, 141) che sarà la sede degli incontri: interverranno il vescovo Gianrico Ruzza e Suor Pier Silvia Ruffinato, preside dell’Università. La Lectio magistralis sarà curata da Don Luigi Ciotti, presidente di Libera contro le mafie, a cui seguirà il relatore del primo modulo, lo storico Tiziano Torresi, che approfondirà “La Dottrina sociale della Chiesa: dalle radici storiche alle sfide contemporanee”.
 
 
 
 

Rios Pub
Da vinci
Tari
Mc Donalds
Centro estivo
Numeri Utili Comune di Fiumicino