Caricamento...

“L’informatica nelle scuole primarie del Lazio”

L’Assessore Sentinelli tiene a battesimo l’Associazione Lazio ICT

Alfabetizzazione informatica e cyberbullismo: presentato il progetto “Navighiamo Insieme” che farà la sua prima tappa a Fiumicino, sede dell’Associazione.
Combattere il Digital Divide, questo lo scopo dichiarato dell’Associazione Lazio ICT che nel corso dell’incontro “L’informatica nelle scuole primarie del Lazio”, tenutosi a Roma martedì 22 novembre presso il Summit Hotel, ha spiegato ad una platea di attenti ed interessati ospiti come intende raggiungere questo obiettivo. “Navighiamo Insieme” è il nome del progetto che, come precisato da Alessandra Bonelli, Vicepresidente dell’Associazione, “con l’aiuto delle scuole primarie, intende coinvolgere per primi i bambini, insegnando loro i concetti astratti e a volte poco comprensibili dell’informatica attraverso un gioco formativo”.
Guida per questo gioco sarà il libro “My First Book Of Computer Science” nato proprio dall’iniziativa del Presidente dell’Associazione, Dario D’Antoni. Il libro, come ha precisato la Prof.ssa Nelli, dirigente dell’Istituto G.B. Grassi di Fiumicino che ospiterà per prima il progetto, sarà adottato alla stregua di un libro di testo per dare un valido riferimento ai bambini nell’approcciare all’informatica.
Ad aprire il lavori del convegno è stata Gabriella Sentinelli, Assessore regionale all’Istruzione e alle Politiche giovanili: “Sono molto contenta di tagliare il nastro di questo progetto perché coinvolge la scuola e i bambini, temi ai quali l’Amministrazione si sta dedicando fin dall’inizio”.
“Mi auguro – ha concluso l’Assessore Sentinelli – che questa iniziativa si possa presto concretizzare non solo con questo primo esperimento, ma possa divenire realtà in altri istituti della nostra regione”.
A sposare idee ed obiettivi di Lazio ICT è intervenuto al tavolo dei relatori anche Padre Gianfranco Grieco, Capo Ufficio del Pontificio Consiglio per la Famiglia e Direttore della rivista del PCF: “I media e la tecnologia – ha detto Padre Grieco – debbono essere parte della vita dell’uomo, senza però mai dimenticare che a dominare deve essere il bene comune. Se si dimentica questo, si svilisce la finalità dello sviluppo perché, come scritto nell’Enciclica Caritas in Veritate, “Lo sviluppo della persona si degrada, se essa pretende di essere l’unica produttrice di se stessa”.
“Il massimo a cui possiamo aspirare come insegnanti – ha concluso Daniela Lentini, docente e riferimento didattico per l’Associazione Lazio ICT – è l’aver formato giovani menti le quali, ognuna con i mezzi cognitivi, sociali, economici, a sua disposizione, osservano ed interagiscono col mondo con spirito critico, consapevolezza e con desiderio avido di imparare e conoscere”.
 
Nelle foto pubblicate:
1) Bonaccorso, D’Antoni, Sentinelli e Padre Grieco
2) D’Antoni e Padre Grieco

3) Squadra di Lazio ICT – Lentini, D’Antoni, Bonelli, Sampietro, Giannone, Bonaccorso
 
 
 

Rios Pub
Da vinci
Tari
Mc Donalds
The Owl Public House
Centro estivo