Caricamento...

Finanziaria: periodo buio per lo sviluppo del territorio

Biselli:”le parole di Canapini sono da brividi, in un contesto così buio la maggioranza si chiarisca e torni a governare per il bene di Fiumicino”

“Le parole del sindaco Canapini sui riflessi della manovra finanziaria sono da brividi e prospettano un periodo buio per il welfare e lo sviluppo del nostro territorio” ha dichiarato Raffaello Biselli, capogruppo consiliare de Futuro e Libertà.
“Il testo che ieri ha avuto la fiducia del Senato, aggiungerà alle cesoiate degli ultimi tre anni un ulteriore buco di tre milioni, con l’azzeramento pressoché totale dell’addizionale aeroportuale, mettendo a rischio le casse comunali e tutti i servizi al cittadino – sostiene Biselli – si tratta di una decisione gravissima, alla luce di una lunga serie di nuove imposte previste dal Governo per assestare i conti pubblici e della mancata abolizione dei privilegi alla casta, vedi taglio del 50 per cento delle compensi per chi percepisce altri redditi rimandato a data da destinarsi”.
“In questo quadro a tinte fosche tutte le forze politiche, Pdl in testa chiamato a governare questo comune, devono prendere una posizione seria contro le ipotesi catastrofiche per il nostro comune, senza steccati ideologici o partitici, come ha fatto il sindaco Canapini e prima di lui il presidente della Regione Lazio Renata Polverini, il presidente della Provincia Nicola Zingaretti e il sindaco di Roma, Gianni Alemanno”.
“In un momento così difficile – ribadisce il capogruppo Fli – è necessario un chiarimento immediato all’interno della maggioranza, affinché chi è stato chiamato a governare possa finalmente tornare a fare quello per cui è stato votato, riprendendo i lavori istituzionali ormai fermi da 3 mesi. Fiumicino ha bisogno di misure per crescere e svilupparsi e non di impasse prolungate e vuoti amministrativi. I cittadini chiedono fatti e che alle parole si dia seguito a quel rilancio dell’economia locale più volte auspicato dalla stessa maggioranza: l’edilizia, il sociale, la sanità tema sul quale ora tutti si esprimono, dimenticando che si tratta di un problema nazionale e le battaglie andrebbero fatte con un’unica voce, senza bandiere e proselitismo per difendere i diritti dei cittadini del nostro territorio. Impegni, questi, che la politica deve affrontare e dai quali non può più fuggire. Soprattutto ora che la crisi ci perseguita e il Governo, invece di perseguire la strada della lotta agli sprechi e dei tagli ai privilegi, ha deciso di uccidere i comuni e i cittadini” ha concluso il capogruppo Fli Raffaello Biselli.
 
 
 
 

Rios Pub
Da vinci
Tari
Mc Donalds
Centro estivo
Numeri Utili Comune di Fiumicino