Caricamento...

Fiumicino, una nuova piazza in tributo ai Martiri delle Foibe e Norma Cossetto

Approvata all’unanimità la mozione di Fratelli d’Italia per dedicare loro uno spazio commemorativo


“In un’azione volta a preservare e onorare la memoria storica, abbiamo promosso una mozione per l’intitolazione di una piazza in memoria dei Martiri delle Foibe e di Norma Cossetto. La mozione è stata approvata all’unanimità dei presenti” lo afferma il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia a Fiumicino.
 
“La tragedia degli italiani vittime delle Foibe e l’esodo degli istriani, fiumani e dalmati nel dopoguerra – aggiungono – rappresentano un capitolo doloroso della nostra storia che non deve essere dimenticato. Con questa mozione, vogliamo assicurarci che le nuove generazioni a Fiumicino possano conoscere e riflettere su questi eventi. La Legge n. 92 del 30 marzo 2004 istituisce il 10 febbraio come ‘Giorno del ricordo’, dedicato alla memoria di queste vittime“.

“È fondamentale che anche la nostra città contribuisca a mantenere viva questa memoria, attraverso la creazione di un luogo commemorativo – sottolinea Agostino Prete –, una piazza dedicata a Norma Cossetto e ai Martiri delle Foibe sarà un simbolo di riflessione e rispetto per tutta la cittadinanza. La nostra mozione impegna il Sindaco e la Giunta Comunale a individuare un luogo di particolare rilevanza a Fiumicino, che possa diventare un punto di riferimento per le celebrazioni del Giorno del Ricordo. È un gesto che va oltre le divisioni politiche, toccando il cuore dell’identità e dei valori della nostra comunità“.
 
Non a caso, lo scorso venerdì il gruppo consiliare guidato dal capogruppo Agostino Prete e composto dai consiglieri Giorgia Paoletti, Patrizia Fata e Roberto Feola ha presentato un convegno che per la prima volta ha portato un tema così delicato nell’aula consiliare di Fiumicino.
 
“Le testimonianze raccolte – raccontano i coordinatori dei lavori, Roberto Feola e Agostino Prete – sono state davvero emozionanti e toccanti. In un’aula consiliare piena, hanno portato i propri racconti il figlio di esuli Oliviero Zoia, il presidente dell’associazione Fertiliae Mauro Manca e il responsabile della comunicazione Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia Lorenzo Salimbeni”.
 
“Un convegno che non ha solo voluto ricordare il fatto storico, ma ha anche dato il via a tutta una serie di iniziative correlate, tra cui la mozione presentata oggi. Un tema – concludono Prete e Feola – che dovrebbe essere compreso e ascoltato da tutti, ma che solleva ancora oggi polemiche”.
 
 
 
 
 
 
 

Rios Pub
Da vinci
Tari
Mc Donalds
Centro estivo
Numeri Utili Comune di Fiumicino