Caricamento...

Fiumicino, attende fuori casa l’ex compagna e l’aggredisce fisicamente: in manette un 43enne

L’uomo è stato arrestato per rapina, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale

Aveva atteso che l’ex compagna uscisse di casa per aggredirla, sottrarle il telefono e scappare: a Fiumicino, un uomo di 43 anni è finito in manette grazie al tempestivo intervento della Polizia di Stato.

 

La donna, poco dopo la mezzanotte, era uscita assieme ad un’amica sul Lungomare della Salute per portare a spasso il cane. Conoscendo le sue abitudini, il 43 enne si era appostato vicino la sua abitazione e, una volta uscita, ha iniziato ad aggredirla prima verbalmente e poi fisicamente fino a farla cadere in terra e strapparle la tasca dei pantaloni al fine di sottrarle il cellulare. Quando l’uomo si è accorto che l’amica stava telefonando per chiedere aiuto, è fuggito a bordo della sua auto portandosi via il telefono rubato.

 

La vittima avrebbe riferito agli agenti del commissariato di Fiumicino, diretto da Catello Somma, di aver avuto in passato una relazione con l’uomo e di averla interrotta da qualche tempo. Durante il racconto, il 43enne è tornato con fare minaccioso ed aggressivo nei confronti di tutti i presenti e quando i poliziotti hanno cercato di calmarlo, ha aggredito anche loro, spintonandoli. L’uomo è stato arrestato per rapina, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale. 

 

All’interno della sua auto è stato ritrovato il cellulare della donna, che nel frattempo è stata portata all’ospedale Grassi di Ostia per essere medicata.
 
 
 
 

Rios Pub
Da vinci
Tari
Mc Donalds
Centro estivo
Numeri Utili Comune di Fiumicino