Caricamento...

Scherma, l’azzurro Giordan sogna l’oro alle prossime olimpiadi di Parigi

Il sindaco di Fiumicino Mario Baccini: “Siamo orgogliosi delle prestazioni di Edoardo”


di Umberto Serenelli
 
Edoardo Giordan rilancia. Appena sceso dalle scalette dell’aereo atterrato al Leonardo da Vinci di Fiumicino, con alcuni compagni della Nazionale di spada reduci dalla Coppa del Mondo in Brasile, il giovane di Torrimpietra lancia subito il guanto di sfida al rivale inglese Gilliver ma soprattutto svela una cosa gelosamente conservata nel cassetto che doveva essere un segreto.
 
Il mio sogno è conquistare la medaglia d’oro nella sciabola alle prossime Olimpiadi paralimpiche di Parigi 2024″. Lo dichiara il “moschettiere” azzurro Edo che è apparso abbastanza soddisfatto della medaglia ottenuta sulla pedana nella città brasiliana.
 
Non nascondo che a San Paolo il mio obiettivo era l’oro – precisa – Con il maestro Marco Ciardi abbiamo anche studiato la strategia giusta in occasione della finale, facendo leva su un approccio da cui è emersa la massima concentrazione. Ho cercato di sfruttare gli assalti nel migliore dei modi contro l’inglese Gilliver, atleta di spessore che ha riscosso il favore del pronostico alla vigilia della Coppa. In pedana lui è stato impeccabile mentre io ho commesso qualche errore di troppo ecco perché è salito sul gradino più alto. Peccato”.

Il disco rosso è spuntato in finale contro il quotato inglese e lo stop brucia a Giordan che fa delle considerazioni. “Mi consola il fatto che sono al vertice della classifica del ranking mondiale e credo che questa sia una cosa molto importante – aggiunge l’atleta plurimedagliato – perché alle Olimpiadi francesi ciò sarà un vantaggio in quanto inizialmente affronterò avversari meno quotati”.
 
In attesa di trasferirsi nella città della Torre Eiffel, Edoardo tornerà ad allenarsi in vista dell’ultima tappa della Coppa del Mondo che si svolgerà a luglio a Varsavia, prima di volare alla volta di Parigi dove appunto parteciperà nel singolo con la sciabola e nella spada a squadra.
 
Varsavia sarà un test fondamentale per cercare di continuare a curare ambizioni di salire sul podio – precisa l’atleta della Polizia – È inutile dire che sono a caccia della rivincita contro il bravo Gilliver e in tal senso sto lavorando grazie alle indicazioni del maestro Ciardi e del preparatore atletico Giuseppe Cerqua”.
 
Riflettori dunque puntati sui Giochi paralimpici, che si terranno dal 28 agosto all’8 settembre 2024, con la Nazionale di scherma pronta a migliorare il medagliere ottenuto nelle passate Olimpiadi di Tokyo.
 
“Fiumicino è profondamente orgogliosi di Edoardo e del suo straordinario successo alla Coppa del Mondo – dice con un pizzico di soddisfazione il sindaco Mario Baccini – Il giovane rappresenta un esempio luminoso di dedizione, passione e resilienza. La medaglia d’argento conquistata con spirito di sacrificio, non è solo un riconoscimento del suo talento e del duro lavoro, ma anche una fonte di ispirazione per tutti i giovani e un traguardo che arricchisce non solo il suo palmares personale ma anche il patrimonio sportivo della nostra comunità. Ringraziamo quindi Edoardo e le Fiamme Oro per aver portato il nome della nostra città su un podio internazionale”.
 
 

 
 
 

Rios Pub
Mc Donald’s
Tari
Da Vinci
The Owl Public House
Centro estivo